Pioggia di spettacoli sotto l’albero

 

Pioggia di spettacoli sotto l’albero


08 dicembre 2007 —   pagina 03   sezione: Grosseto

GROSSETO. È un Natale scintillante, quello che mette in pista il Comune di Grosseto per le feste a cavallo tra il 2007 e il 2008. Tanta musica per tutti i gusti, teatro, danza, cinema, folclore, uno sguardo privilegiato ai bambini, persino gare di parole crociate e ovviamente mille iniziative di solidarietà. Si parte questa sera con la notte gospel al Teatro Moderno i cui incassi saranno devoluti alla Fondazione “Il Sole”, e si finisce in bellezza nel giorno dell’Epifania con decine di Befane a zonzo per la città e il gran concerto della Filarmonica “Città di Grosseto” in piazza Dante. In mezzo una miriade di iniziative di eterogenea natura, tra le quali spicca un San Silvestro che si annuncia esplosivo, tutto da ballare sui ritmi della pizzica salentina e delle tammorriate del Vesuvio.
A presentare il cartellone, ieri mattina, sono stati gli assessori “competenti”, Lucia Matergi (cultura) e Simone Ferretti (politiche giovanili). I quali, in stretta simbiosi con il collega Paolo Borghi (bilancio), e grazie al sostegno di importanti sponsor, hanno costruito un programma ricco e per molti versi innovativo, affidandone la gestione all’associazione “Billy Pilgrim”, nuova realtà del panorama culturale grossetano. La “Billy Pilgrim” ha presentato un progetto, l’amministrazione lo ha accolto e lo ha incrociato con le decine di proposte provenienti dal fertile terreno dell’arte, dello spettacolo e del volontariato grossetano.
La prima vera e interessante novità del Natale 2007/2008, infatti, è proprio il tentativo di coordinare la miriade di iniziative, pubbliche e private, che in questo periodo affollano non solo il centro storico, ma anche quartieri e frazioni. Ecco allora una sola brochure che raccoglie tutto: dagli eventi organizzati dalle circoscrizioni alle mostre d’arte promosse dalle varie associazioni, fino agli spettacoli delle stagioni (prosa, lirica, teatro per l’infanzia) previsti in questi giorni nei due teatri cittadini.
Altro aspetto che farà piacere ai grossetani è la totale gratuità degli eventi organizzati direttamente dal Comune: esclusi gli spettacoli delle stagioni ufficiali e il concerto di Capodanno dell’Orchestra Città di Grosseto, tutto il resto è a ingresso gratuito. Un modo per invogliare ancor più la comunità ad aggregarsi intorno al divertimento e alla cultura. Cultura che, mai come quest’anno, è da intendersi davvero a 360º, dalla tradizione popolare all’arte contemporanea. Tra le “chicche” in cartellone, infatti, si segnalano le “Veglie al fuoco” (26 e 27 dicembre), canti e storie del folclore da ascoltare accanto a un grande fuoco che verrà acceso in piazza San Francesco. E dall’altra parte, dal 4 al 6 gennaio nella chiesa dei Bigi, si potrà ammirare il “Presepe digitale” in tre dimensioni realizzato ad hoc dal giovane e talentuoso artista grossetano Claudio Castelli.
Altra caratteristica, alcuni eventi di richiamo nazionale. Tra questi, il 22 dicembre al Moderno, la proiezione del docufilm “Bianciardi!”, racconto della vita del grande scrittore acclamato all’ultimo Festival del cinema di Venezia e finora mai proiettato altrove. O ancora “Romanzo d’infanzia” (21 dicembre), uno dei più celebrati spettacoli di teatro-danza per un pubblico di grandi e piccini, messo in scena dalla compagnia trentina Abbondanza-Bertoni.
Da segnalare, infine, il concerto “caraibico” del supergruppo grossetano “Guajira” (5 gennaio, piazza Dante) e un preziosa rassegna cinematografica sulla storia della Maremma, con filmati d’epoca e recenti, promossa dal gruppo “Galli Silvestro” all’oratorio di Braccagni (19 dicembre, 2 e 9 gennaio, ore 21).