Come guadagnare con l' arte Digitale?: Page 5 of 7

Il Possesso

Quindi, fondamentalmente, non potrete “POSSEDERLA” , o almeno, non sarete gli unici a possederla, a meno che non comprate tutti i file di lavorazione dell’ opera, dall’ elaborazione iniziale 3d , a tutte le fasi di modellazioni dintermadia, al dipinto e al ritocco digitale, ed essere sicuri che io cancelli ogni file dal mio computer. E al momento in cui la esporrete, che so, sul vostro sito internet, automaticamente, ne perderete il “POSSESSO” esclusivo. Quindi: come guadagnare con l’ arte digitale? Ci vuole molto ingegno. Il sistema più diffuso, usato sempre più da vari artisti digitali, galleristi e case d’ arte, è quello di snaturare in qualche modo la natura di riproducibilità infinita dell’ arte digitale, e assimilarla in qualche modo all’ arte tradizionale, andando ad esempio:

A certificare, per scritto, che l’ opera in questione , stampata magari su un supporto “prezioso” , avrà una tiratura massima di X copie, tutte della stessa dimensione, e acquistabili esclusivamente presso la galleria X, con certificato di autenticità e il numero di tiratura sul retro, e firma dell’ autore.

Un meccanismo non nuovissimo nel mercato dell’ arte, se pensiamo ai processi di stampa di litografie e xilografie, o la stessa “fotografia”.

Per quanto riguarda un “video” , le cose si fanno più difficoltose : di norma vengono venduti supporti dvd o blu ray, con copertina firmata a mano dall’ autore, ad esempio, o sempre più spesso si sceglie di vendere i singoli frame prodotti nel processo dell’ animazione, come stampe singole, e a tiratura limitata (o unica).