fotografia analogica

Fotografia analogica e digitale : qualità

La fotografia, come tutte le tecniche, ha subito negli anni innumerevoli innovazioni e mutamenti.

Di solito, quando si parla di innovazione, si parla di vantaggi dal punto di vista di usabilità e qualità.

Con la fotografia, i vantaggi evolutivi più evidenti degli ultimi 70 - 80 anni sono sicuramente stati in termini di ergonomia, portabilità e facilità di condivisione del materiale visivo prodotto.

Minori in termini di qualità.

Ma andiamo per gradi: 

Caffenol : come il cornetto nel caffellatte

I risultati non mi hanno lasciato pienamente soddisfatto in termini qualitativi.

Le foto sviluppate, probabilmente impropriamente, erano estremamente dense.

Anche, sicuramente, perchè si tratta di rullini c41 processati in una chimica (casalinga) per il bianco e nero.

Con la pellicola foma 100, usata negli esempi riportati "squadrati", medio formato, i risultati sono migliorati drasticamente.

Ma il puzzo rimane, e provoca conflitti domestici.

Però hanno un certo fascino, ed è stato sicuramente divertente.

Caffenol : sviluppatore per bianco e nero con ingredienti casalinghi.

Da piccolo giocavo al piccolo chimico.

Quando ho letto che era possibile sviluppare le pellicole e le carte per il bianco e nero con ingredienti casalinghi, non potevo che provare il processo.

Per produrre il caffenol In pratica serve : caffè solubile, soda caustica (non il bicarbonato, ma il carbonato di sodio), acido ascorbico (forse il succo di limone protrebbe funzionare ugualmente), acqua.